Weber Blog: notizie dal mondo dell'etichettatura e della marcatura industriale
Avatar

Qualche mese fa in questo articolo riportavamo come il colosso dell’e-commerce Amazon, testasse soluzioni di protezioni del marchio con lo scopo di arginare il problema della contraffazione nel suo marketplace.

È nato così Amazon Transparency, un servizio di autenticazione che aiuta a proteggere i marchi e tutela i clienti contro la contraffazione.

Il programma è già disponibile in Europa, Stati Uniti, Canada e India. Per trarne vantaggio, i possessori di brand dovranno applicare codici univoci sopra ogni prodotto.

Ecco tutto quello che cosa c’è da sapere.

Perché far fronte alla contraffazione è così importante?

Il commercio di prodotti contraffatti è la sfida maggiore nell’economia globale e ha, senza dubbio, un enorme impatto. Secondo il rapporto di OECD/EUIPO (Organisation for Economic Co-operation and Development e Ufficio dell’Unione europea per la proprietà intellettuale) prodotti contraffatti o piratati sono pari al 3,3% del mercato globale, il cui giro di affari equivale a 500 miliardi di dollari.

I prodotti che ne risentono maggiormente sono quelli dei settori calzaturiero, del vestiario, dei prodotti in pelle, delle industrie elettronica e farmaceutica e dei beni di lusso.

Oltre al danno materiale, i produttori originali di prodotti contraffatti devono affrontare anche un danno di immagine e altissimi costi legali.

Essendo Amazon il più grande e-commerce mondiale, è sicuramente l’azienda maggiormente interessata da questa pratica illegale. Amazon Transparency ha dimostrato, finora, di essere efficace: negli Stati Uniti, più di 4000 marchi hanno aderito all’iniziativa generando 300 milioni di codici univoci. Amazon dice che questa proattività ha impedito a 250.000 beni contraffatti di essere consegnati ai consumatori.

Come funziona Amazon Transparency?

I prodotti “trasparenti” permettono ai consumatori di capirne l’autenticità indipendentemente dal canale in cui sono stati acquistati (Amazon o altri shop online o locali).

Questo è possibile grazie alla scansione del codice attraverso la Transparency mobile App. Se il prodotto identificato è autentico, l’app mostrerà informazioni rispetto al prodotto. Le aziende possono aggiungere svariati dati alle informazioni del prodotto, inclusa la data e il luogo di fabbricazione o ingredienti e altri dettagli.

Solo Amazon è a conoscenza del codice generato, come anche le informazioni del prodotto associate a esso.

Il codice di “trasparenza” è usato anche da Amazon Fulfillment Centers per verificare l’autenticità del prodotto prima che venga spedito ai clienti finali.

 

Cosa è necessario facciano i produttori?                                                    

Per prima cosa, i produttori devono essere in grado di identificarsi come un brand proprietario dei prodotti venduti da Amazon. Questi prodotti dovrebbero essere marcati con un Global Trade Item Number (GTIN) sottoforma di codice a barre EAN o uno di tipo UPC.

Per far in modo di beneficiare del servizio Amazon Transparency, i produttori devono applicare un codice “trasparente” univoco su ogni unità di prodotto.  Possono registrare alcuni o tutti i loro prodotti.

Ogni codice di trasparenza è univoco, alfanumerico e non sequenziale, generato attraverso un algoritmo segreto. L’identificatore deve essere di formato bidimensionale (2D), anche conosciuto con la denominazione di codice Data Matrix, il quale può essere letto attraverso scanner.

Come trovare la soluzione perfetta di etichettatura

Stai cercando una soluzione di marcatura ottimale per applicare Amazon Transparency sui tuoi prodotti?

Noi di Weber Marking Systems siamo produttori e fornitori di stampanti industriali a getto di inchiostro e sistemi di etichettatura industriale che massimizzano l’efficienza all’interno di linee produttive e sistemi logistici. Offriamo soluzioni personalizzate per qualsiasi superficie e forma.

Contattaci per una consulenza personalizzata.